Sono trascorsi poco meno di trent’anni dall’ingresso della ‘messa alla prova’ nell’ordinamento penale minorile italiano. L’istituto della sospensione del processo e della relativa messa alla prova ha costituito una delle innovazioni giuridiche e culturali che più hanno caratterizzato in senso non repressivo e custodiale la giustizia minorile. È stata un’intuizione di tipo non formale che ha permeato di sostanzialismo anti-punitivo una giustizia che nel nome della legalità è invece troppo spesso standardizzata. Il legislatore, valutando positivamente il suo impatto nella…