Firenze

ISTITUTO PENALE PER I MINORENNI DI FIRENZE

Via Orti Oricellari, 18 – 50123 Firenze
Tel: 0555386400
E-mail: ipm.firenze.dgm@giustizia.it
Posta certificata: ipm.firenze.dgm@giustiziacert.it
Istituto maschile
Dislocazione urbana

 

Struttura

L’IPM si trova in una struttura di interesse storico-artistico con vincoli architettonici, in pieno centro storico e a pochi passi dalla stazione Firenze – Santa Maria Novella. Dal 2012 al 2017 la struttura è rimasta chiusa per lavori di ristrutturazione. In origine la durata dei lavori avrebbe dovuto essere di soli due anni, ma a seguito di numerosi problemi legati alle ditte esecutrici dei lavori, i tempi si sono considerevolmente allungati. Ovviamente le ripercussioni si sono avute anche sulla spesa: la previsione era di 4,5 milioni, mentre la spesa effettiva è stata di 8 milioni. Una prima ristrutturazione di tutte le stanze detentive era avvenuta già nel 2010 e al momento della visita erano in corso ulteriori lavori molto invasivi.
La struttura è inserita nell’abitato fiorentino e all’apparenza non risulta diversa dalle altre abitazioni. È priva di mura di cinta, non essendo necessarie. Il lato che dà sulla strada ospita infatti gli uffici amministrativi, mentre la vita detentiva e le attività si svolgono in un caseggiato e un cortile interni che hanno come confini le case limitrofe le cui finestre affacciano sul cortile.
Alcuni anni fa, in seguito a un’evasione avvenuta proprio attraverso una delle case, sono state installate delle barriere volte a impedire ogni tentativo di fuga. Il direttore si è detto contento di questi aspetti, sia perché la centralità dell’istituto rispetto alla città favorisce l’accesso ai servizi che essa può offrire e un maggior numero di progetti di volontariato, sia perché l’istituto si trova “sotto l’occhio vigile della cittadinanza” che ne vede l’interno dalle sue finestre. Durante l’anno vengono organizzate diverse attività nel cortile dell’istituto (teatro, campionato di calcio, musica all’aperto) a cui vengono invitati anche gli abitanti degli stabili vicini.
Il cortile racchiude una grande area verde, un campo da basket e uno da calcio e vi si affacciano le aule per i laboratori e le aule scolastiche. Invece al primo e secondo piano si trovano le stanze dei ragazzi e la mensa. 

Nell’istituto c’è la possibilità di esercizio della fede e della libertà religiosa. Presenza ed accesso dei ministri di culto delle diverse religioni.

Dato il numero esiguo dei ragazzi, la direzione ha trovato difficoltà (poi superate) a reperire partecipanti al bando indetto per fornire i pasti all’istituto. 

Nell’istituto vi è annesso un Centro di Prima Accoglienza (CPA).

Staff

Il direttore è Fiorenzo Cerruto. Lo staff è composto da un comandante, 37 agenti/assistenti di Polizia Penitenziaria in forza al reparto, 4 educatori (di cui un coordinatore) e 2 psicologi. I mediatori culturali non sono dipendenti del Ministero e sono chiamati al bisogno. Da settembre dovrebbe partire un progetto per mediatori culturali fino alla fine dell’anno. Lo psichiatra è chiamato al bisogno.
Molto positive sono le interazioni fra staff penitenziario e i ragazzi ristretti. Il personale di polizia penitenziaria gestisce con molta professionalità, competenza e umanità il rapporto con i ragazzi. Al momento della visita alcuni ragazzi e uno dei agenti penitenziari stavano ridipingendo una delle aule utilizzate solitamente per le attività scolastiche mentre altri ragazzi partecipavano a un laboratorio artistico. Gli agenti in servizio a contatto con i ragazzi vestono in borghese mentre chi lavora negli uffici è in divisa, il direttore conosce tutti i ragazzi personalmente e ci ha informate della sua prassi di avere un colloquio conoscitivo (che a suo avviso aiuta a diminuire eventuali ansie, dubbi o paure dei ragazzi e ne migliora il comportamento) con i nuovi giunti nelle primissime ore dopo il loro ingresso in IPM. Il rapporto fra amministrazione e ragazzi sembra essere diretto senza l’utilizzo di una “domandina” formale.

Detenuti

L’istituto è esclusivamente maschile. Al momento della visita la capienza regolamentare era di 13 posti letto (mentre prima della ristrutturazione la capienza era di 18/20 posti), ma i ragazzi erano 15 (12 al 23/09/2019), quindi due in più dei posti regolamentari, mentre il direttore ci ha addirittura spiegato di avere l’esigenza di tenere almeno 2 posti sempre liberi nel caso di transitanti o di isolamenti (anche sanitari). Dei ragazzi presenti, 4 provengono dal territorio mentre gli altri provengono da altri istituti. 5 sono minorenni e 10 hanno dai 18 ai 23 anni. Non c’è separazione fra i minori e i giovani adulti. La prima nazionalità presente è quella cinese mentre altri 7 o 8 ragazzi provengono dal nord Africa (soprattutto Marocco e Tunisia), seguono poi gli italiani. Al momento della visita non c’erano detenuti tossicodipendenti né psichiatrici con diagnosi. Alcuni sono comunque seguiti da psicologi e psichiatri.

In un anno (dal 23/09/2018 al 23/09/2019) hanno fatto ingresso in Ipm 53 ragazzi, di cui 25 minorenni. Nell’annesso Cpa, invece, nello stesso arco di tempo sono entrati 24 ragazzi (di cui 7 femmine).

Giovani adulti

Non vengono rilevati particolari problemi nella gestione dei giovani adulti. Viene letta positivamente la modifica della legge che permette al direttore di valutare caso per caso l’allocazione in istituto di un ragazzo fra i 21 e i 25 anni e l’impossibilità per un ragazzo che è già stato in un carcere per adulti di essere ospitato in un minorile.  

Vita interna

La giornata tipo comincia alle 8.00 con l’apertura delle celle. Le attività scolastiche iniziano alle 8.30 di cui sono responsabili due insegnanti. La chiusura delle celle ha luogo alle 18.00 ma d’estate la chiusura avviene più tardi.
L’orario estivo (dal 1 giugno 2019) prevede:

Per i giorni lunedì – venerdì:
Ore 7,15 sveglia e operazione di controllo muri e inferriate
7,15 – 7,45 pulizia delle camere da parte dei ragazzi
7,45 – 8,00 colazione
8,30 inizio attività
10,00 – 10,15 pausa
10,30 – 12,30 attività
12,30 termine attività e risalita in sezione
12,45 – 13,15 pranzo
13,30 – 14,30 riposo in camera
15,00 – discesa
16,00 inizio attività
17,00 – 17,15 pausa
18,30 termine attività e risalita in sezione
18,30 – 19,00 docce
19,15 – 19,45 cena
20,00 – 20,15 chiusura notturna
24,00 spegnimento TV (domenica – giovedì)
1,00 spegnimento TV (venerdì e sabato)

Per i giorni sabato e domenica:
Ore 8,45 sveglia e operazione di controllo muri e inferriate
8,45 – 9,15 pulizia delle camere da parte dei ragazzi
9,15 – 9,30 colazione
10,00 inizio attività
11,00 – 11,15 pausa
12,30 termine attività e risalita in sezione
12,45 – 13,15 pranzo
13,00 – 14,30 riposo in camera
15,00 – discesa
16,00 inizio attività
17,00 – 17,15 pausa
18,30 termine attività e risalita in sezione
18,30 – 19,00 docce
19,15 – 19,45 cena
20,00 – 20,15 chiusura notturna
24,00 spegnimento TV (sabato)
1,00 spegnimento TV (venerdì e sabato)

Scuola

Percorsi scolastici: CPIA1 Firenze terminato l’8 giugno 2019.
Ripresa attività scolastiche: 7 ottobre.

Durante l’anno scolastico 2018/2019 l’IPM ha rilevato i bisogni scolastici dei ragazzi detenuti. Su 35 ragazzi, 5 (di origine straniera) avevano bisogno di un corso di italiano, 2 di ricevere un’istruzione primaria, 4 un’istruzione secondaria di primo grado e 24 un’istruzione secondaria di secondo grado.
Durante il corso dell’anno sono stati attivati i corsi di italiano necessari per stranieri e di italiano, matematica e inglese per i ragazzi che volevano continuare la loro istruzione. La partecipazione a questi corsi è stata generalmente costante.

Formazione professionale

Da un anno è attivo un corso professionale di cucina che coinvolge 4 ragazzi, che lo frequentano con continuità.
Progetto Por-Fse 2014-2020 Garanzia Giovani “Forn – Art”, durata: 29 gennaio – 3 aprile 2019. Tre giovani adulti hanno partecipato a questo corso e conseguito l’attestato di qualifica.

Lavoro

Nessun ragazzo attualmente lavora all’esterno né all’interno dell’istituto alle dipendenze dell’amministrazione penitenziaria o altro ente.

Misure premiali e alternative

4 ragazzi beneficiano di permessi premio.

Attività ludico-ricreative

Le attività sportive organizzate in istituto sono il calcio, la pallavolo, la pallacanestro e attività in palestra.

  • Progetto “Dentro – Fuori” (sport) Operatore Centro Socialità – Firenze (Finanziato da DGMC) termine 31/12/2019
  • Progetto “16 sbarre” (laboratorio musica rap) Operatore CAT (Cofinanziamento regione Toscana) possibile stop 15 giugno
  • Progetto ELFO – Educazione lavoro, orientamento, accompagnamento in uscita dall’IPM (Finanziato da CAT – AVP), durata: 4 febbraio 2019 – 31 dicembre 2019
  • Progetto Orti Verticali, durata da gennaio a dicembre 2019.
  • Progetto C.R.I., attività ricreative – formative in ambito sanitario, progetto di volontariato, inizio: giugno 2018.

Progetti interrotti e/o conclusi:

  • Progetto Misericordia Empoli: attività ricreative – inizio aprile 2018
  • Progetto Spiragli Estate Fiorentina, durata: 11 luglio – 14 settembre 2019
  • Laboratorio di cinema – Associazione Lanterne Magiche, durata: 12 marzo – 25 luglio
  • Progetto “Arte e Natura£ (disegno arte terapia), Operatore Ass. PROGRESS (cofinanziamento Regione Toscana): concluso 15 luglio 2019
  • Laboratorio lettura – proiezioni documentari “Progetto e quindi usciamo a riveder le stelle”. Ass. L’altro Diritto. Inizio 19 marzo 2019
  • Laboratorio teatrale ATS (Teatro del Pratello – Interazioni elementari), inizio 9 maggio 2019, spettacolo 1-2 luglio.

Progetti di prossima attivazione:

  • Ripresa attività teatro ATS
  • Progetto Ass. DIRE: giornalismo in classe
  • C.R.I.: progetto educazione alla salute
  • Laboratorio Formazione informatica
  • Progetto Cura verde: giardino tribunale

Rapporti con il territorio

Il direttore segnala che i rapporti del territorio sono molto forti e che l’offerta di attività e progetti è molto più alta della domanda. 

Rapporti con i famigliari

I colloqui avvengono due volte alla settimana (il sabato e il giovedì) su prenotazione telefonica. 8 dei ragazzi presenti effettuano colloqui regolarmente anche se la cadenza settimanale non è regolare. L’istituto sta organizzando la possibilità per i ragazzi di pranzare con le proprie famiglie in alcune giornate particolari. Al momento è in allestimento la sala da adibire a questa iniziativa.

Sanità

Il medico è presente durante il giorno ed è presente un servizio infermieristico fino alle 20.00. Per le prestazioni specialistiche vengono effettuate traduzioni quando necessario. È in uso la cartella clinica informatizzata.

Eventi critici

Non sono stati segnalati eventi critici e in un anno sono stati eseguiti al massino quattro consigli di disciplina. 

 

 

Torna alla sezione Istituti Penali per minorenni

Guarire i ciliegi. Il quinto rapporto di Antigone sugli istituti penali per i minorenni

Ragazzidentro.it
© 2019 - Associazione Antigone
Via Monti di Pietralata 16 – 00157 – Roma
tel. +39 06.4511304 – fax +39 06.62275849 - segreteria@antigone.it
Sito web a cura di Emiliano Nieri