Palermo

ISTITUTO PENALE PER MINORENNI DI PALERMO

Via Francesco Cilea 28C – 28/D – 90144 Palermo
Tel. 0916813106
Email: ipm.palermo.dgm@giustizia.it
Posta certificata: ipm.palermo.dgm@giustiziacert.it
Istituto Maschile
Dislocazione: urbana

Struttura    

L’istituto si trova all’interno del complesso “Malaspina”, che occupa gli spazi della villa settecentesca “Palagonia”, luogo di interesse storico-artistico. È parte di uno dei quartieri residenziali di Palermo. Lo si raggiunge facilmente con i mezzi pubblici.
La struttura nel suo insieme ospita, oltre all’IPM, anche gli altri servizi della Giustizia Minorile, tra cui il Tribunale per i Minorenni di Palermo, la Procura della Repubblica presso il Tribunale e gli Uffici della Polizia Giudiziaria. Gli ingressi sono indipendenti. L’IPM occupa dunque una zona della villa. 

Condizioni generali delle celle

Le persone detenute sono allocate in stanze con due/tre/quattro posti letto, comprensive di bagno con doccia e acqua calda. In tutte le celle ci sono finestre con vetri apribili e la luce appare sufficiente. All’interno delle stanze ci sono alcuni mobili per i vestiti, il cibo e gli oggetti consentiti. Ai ragazzi è permesso decorare i muri.

Spazi comuni interni

All’interno della sezione i giovani detenuti hanno a disposizione diversi spazi comuni: la biblioteca, con annessa zona multimediale, la ludoteca, una sala polivalente con maxi schermo, utilizzata per dei cineforum, due sale ricreative, tre aule scolastiche, una cappella, dei piazzali interni a cui si ricorre per attività sportive e nel tempo libero, una palestra attrezzata per la pesistica e un refettorio. La piccola cucina, che serve tutto l’istituto, è bene tenuta. All’occorrenza vengono preparati pasti speciali (per malati, allergici, intolleranti). Per le persone detenute di fede musulmana viene rispettato il periodo di Ramadan.

Luoghi per l’esercizio del culto

L’istituto dispone di una cappella.

Spazi comuni esterni

Dispone di un ampio spazio verde, di un teatro, di un campo di calcetto, di una piscina (che al momento della visita risultava però non essere agibile) e di una cappella, spazi situati in una zona adiacente a quella degli Uffici.

Staff

Come in tutti gli altri istituti è presente un direttore. Gli agenti di polizia penitenziaria previsti dalla pianta organica sono 56. Di questi, 8 sono distaccati: gli effettivi sono dunque 48. Gli educatori presenti sono 7. 

Detenuti

All’1 ottobre 2019 risiedevano nella struttura 24 ragazzi, di cui 14 detenuti compresi nella fascia 18-21 anni e un giovane adulto compreso nella fascia 21-25 anni (a luglio del 2017 erano 4). I restanti 9 erano minorenni.  

Reati

Come già nel 2017, la grande maggioranza dei reati a carico dei giovani detenuti nel corso del 2018 sono delitti contro il patrimonio (il 71%), in particolar modo rapine (47%) e furti o tentati furti (23%). Nell’ultima rilevazione la proporzione tra furti e rapine era inversa. Al secondo posto per frequenza si trovano i reati contro la persona (13%) e a seguire le violazioni della normativa sugli stupefacenti (8% dei delitti). Altre violazioni sono presenti in maniera piuttosto isolata.
Le percentuali relative ai primi sette mesi del 2019 non mostrano grandi variazioni (75% di reati contro il patrimonio, 18% contro la persona, 7% violazione normative contro le droghe). 

Ingressi nell’IPM

Nel 2018 gli ingressi totali sono stati 75. Il gruppo più numeroso di ingressi ha riguardato la fascia d’età 18-21 anni (41 ingressi). Gli ingressi relativi ai minorenni (con fasce d’età comprese tra 14 e i 18 anni) sono stati 31. 3 quelli per la fascia d’età 21-24 anni.

Nei primi sette mesi del 2019 gli ingressi sono stati 44: 25 hanno riguardato dei giovani di età compresa tra i 18 e i 21 anni, 1 un giovane tra i 21 e i 25 anni e 18 dei minorenni. 

Scuola

Sono attivi corsi scolastici di scuola primaria, secondaria inferiore e secondaria superiore. Negli ultimi due anni sono in 5 ad avere conseguito all’interno dell’Istituto un certificato di studi, tutti a seguito del completamento del ciclo di studi della scuola secondaria inferiore.
Attività svolte in IPM nel periodo luglio 2018/giugno 2019: 

  • Il Centro provinciale dell’istruzione per adulti (CPA) di Palermo 1 ha assicurato corsi di alfabetizzazione, il conseguimento della licenza media (per 5 ragazzi) e un supporto scolastico trasversale. Una classe di scuola secondaria inferiore ha coinvolto 17 studenti. 
  • Il CPIA di Palermo 2 è invece presente in istituto mediante un corso per il conseguimento del biennio della scuola secondaria superiore, per chi è già in possesso della licenza media. 

Biblioteca
L’attività di biblioteca è curata dagli operatori dell’area educativa. Attività di catalogazione e prestito.

Mediazione culturale
L’attività di mediazione culturale è garantita tramite convenzione con l’Associazione Centro Studi Opera Don Calabria.

Formazione professionale

  • Nell’ambito del bando AVVISO 10/2016 della Regione Siciliana sono attualmente in corso delle attività di formazione di un gruppo di giovani ristretti come ‘Commis di cucina”, che prevedono un tirocinio lavorativo retribuito presso imprese e\o laboratori tecnico-pratici (6 ragazzi formati a fine 2019). 5 sono i ragazzi che hanno ricevuto un formale attestato. 
  • Progetto “Cotti in fragranza” – Laboratorio dolciario-biscottificio: all’interno di un biscottificio ubicato nel complesso “Malaspina”, nell’ottica dell’impresa sociale e a governance partecipata, vedono la luce da tempo percorsi formativi e di lavoro finalizzati all’inclusione lavorativa presso Io stesso biscottificio ed alla realizzazione di programmi di misure alternative. I biscotti prodotti vengono chiamati, per l’appunto, “cotti in fragranza”.
  • Progetti Professionalizzanti: sono state condotte varie attività volte all’acquisizione di competenze nel campo dell’artigianato: corsi di giardinaggio, piccola carpenteria ed edilizia. I cosiddetti corsi esperienziali, attivi tra gennaio e luglio del 2019, hanno coinvolto in tutto 33 ragazzi: 9 sono stati formati come edili, 15 al mestiere di fabbro e 9 come giardinieri. Ogni corso ha avuto una durata di 600 ore. 
  • E’ stato attuato un progetto, promosso dal Museo Archeologico Antonio Salinas di Palermo, che ha visto impegnati un gruppo di giovani ristretti in attività volta al recupero ed al ripristino di reperti archeologici in un’ottica di conoscenza del patrimonio culturale e di acquisizione di modalità e tecniche di restauro.

Attività ludico-ricreative

Nell’istituto sono state attivate diverse attività:

  • Incontri sportivi IPSSAR: sono stati realizzati incontri di calcio a 5 con gli alunni di un Istituto di scuola superiore di Palermo. È un’iniziativa che si ripete da diversi anni. 
  • È stato svolto un corso informativo sui “motori endotermici applicati alle autovetture ed ai motori marini” curato dal Corpo della Guardia di Finanza Nucleo Polizia Tributaria.
  • Progetto Panormus. La scuola adotta la città” – XXV edizione. Si tratta di un progetto giunto alla sua quinta edizione. il Comune di Palermo ha inserito Villa Palagonia tra le sedi del circuito cittadino da poter visitare. Così, nel week end di adozione della Villa, individuato nel 10, 11 e 12 maggio, il luogo è stato visitato da esterni. In vista della visita è stato realizzato un laboratorio formativo , a cura dell’Associazione Siciliando Style,  sulla storia di Villa Palagonia.
  • Progetto Giovani, sport e legalità”: la UISP, nell’ambito di questo progetto,  ha organizzato vari laboratori sportivi, oltre a un’attività formativa che ha permesso ad alcuni ragazzi detenuti di conseguire l’attestato di “bagnante per acque confinate”. A questo progetto ha collaborato anche l’Università di Palermo, che ha condotto un’attivita di studio sull’incidenza dello sport nella vita e nelle scelte dei giovani coinvolti.
  • Progetto Artisticamente: con questo progetto sono stati realizzati 4 laboratori: uno di ceramica, uno di scrittura creativa, laboratorio di disegno e pittura e un laboratorio di cineforum.
  • Progetto “Ci vediamo nel teatro”, condotto tra febbraio e luglio del 2019 dall’Associazione Culturale “La Compagnia in valigia”. È stata proposta una rappresentazione teatrale, con l’obiettivo, oltre che dello spettacolo in sé, di far riconoscere e gestire ai ragazzi le emozioni attraverso lo specifico contesto teatrale. 
  • Progetto “Laboratorio di ceramica Stand by You”, condotto dall’associazione di Volontariato Centro di Solidarietà della Compagnia delle Opere “Don G. Bonfardino” nel periodo aprile\luglio del 2019. II laboratorio ha consentito la sperimentazione delle diverse tecniche di lavorazione della ceramica.
  • Progetto “Strumenti a pizzico”: da aprile 2019 l’Associazione Inventare Insieme Onlus e il Centro Polivalente TAU di Palermo hanno sensibilizzato i giovani detenuti al lavoro di liutaio attraverso l’insegnamento degli strumenti a pizzico, e in particolare della chitarra.
  • Progetto “E… fatti una risata”. Yoga della risata in carcere: sono stati realizzati vari incontri con l’obiettivo quello di promuovere il benessere psico-fisico dell’individuo.
  • Progetto Semina la libertà”: Nel periodo gennaio\aprile 2019 sono state avviate, nell’ambito dell‘Accordo di Collaborazione sottoscritto tra l’I.P.M. di Palermo, la Federazione Provinciale Coldiretti di Palermo e un’azienda agricola locale delle azioni volte a fornire ai ragazzi un bagaglio tecnico e manuale-operativo relativo all’ambito floro-vivaistico.
  • Progetto “Fuga Nel Blu”: nel periodo novembre\dicembre 2018, è stato realizzato un laboratorio volto alla produzione di stampe d’arte con la tecnica della cinotipia.
  • Concerti: sono stati organizzati una serie di eventi musicali realizzati dall’Associazione Siciliana Amici delle Musica, dall‘Associazione cooperativa sociale Agricantus di Palenno, dagli artisti dell’Associazione Amici della Musica di Cefalù e dall’Associazione Catania Jazz.
  • Biblioteca e Progetto “Lib(e)riamoci”. L’attività in questione ha previsto la catalogazione del patrimonio librario, il servizio prestiti ai giovani ristretti, i percorsi di guida alla lettura individualizzati. È stato realizzato, tra l’altro, un percorso di lettura guidata per i giovani ristretti che ha coinvolto le scuole presenti in IPM e i giovani ristretti nella lettura di brani tratti dalle opere stesse.
  • Progetto “Ora tu cuntu”: il progetto ha preceduto la realizzazione di incontri tra scrittori (per lo più locali) e ragazzi, volti ad approfondire la conoscenza della cultura, ed in particolare della letteratura siciliana. 
  • Progetto “A che jocujucamu?”: è stato svolto un laboratorio di danza-terapia e giocoleria, proposto dall’Associazione di Promozione Sociale PromoArt in partnership con il Liceo Musicale Regina Margherita di Palermo. La tecnica utilizzata ha previsto, tra le altre cose: sollecitazione della dinamica individuo-gruppo attraverso giochi ritmici,  dialogo motorio, utilizzo di materiali creativi e attrezzi di giocoleria, danze ritmiche attraverso l’utilizzo del tamburo; giochi che stimolano la percezione di sé.
  • Attività singole: nel corso del periodo 2018/2019 sono sono poi state portate avanti iniziative singole (come spettacoli, incontri a tema, iniziative culturali, sportive e ricreative). 
  • Nell’istituto vengono poi svolte con regolarità attività di catechesi. 

Sanità

Dipendenze
Collaborazione con il Ser.T: attiva da diversi anni la collaborazione con i medici e gli esperti del Ser.T. dell’ASP di Palermo – “Unità Operativa PA3” che effettuano interventi specifici di consulenza e presa in carico di giovani detenuti portatori di problematiche legate all’uso di sostanze stupefacenti e alcoliche, individuando con il personale dell’Area Tecnica interventi trattamentali individualizzati.

 

 

Torna alla sezione Istituti Penali per minorenni

Guarire i ciliegi. Il quinto rapporto di Antigone sugli istituti penali per i minorenni

Ragazzidentro.it
© 2019 - Associazione Antigone
Via Monti di Pietralata 16 – 00157 – Roma
tel. +39 06.4511304 – fax +39 06.62275849 - segreteria@antigone.it
Sito web a cura di Emiliano Nieri